Bhutan, la fiaba del regno del drago tonante

This topic contains 0 replies, has 1 voice, and was last updated by LifeGate LifeGate 1 year, 12 months ago.

Forum Lifegate Forums Per vivere sostenibile Turismo Bhutan, la fiaba del regno del drago tonante

  • Author
    Posts
  • #283
    LifeGate
    LifeGate
    Keymaster

    C’era una volta un re… È così che merita di cominciare un racconto sul Bhutan. Perché visitare questo piccolo regno incastonato nell’Himalaya vuol proprio dire entrare in una fiaba. Era il 1974 e, nella terra del drago tonante divenne re un giovane di diciotto anni, Jigme Singye Wangchuck. Come prima cosa, invitò i suoi sudditi a respingere le convenzioni e le abitudini della maggior parte del mondo, quello civilizzato. Nel suo discorso di insediamento, affiancato dal Lama capo spirituale del buddismo del Paese, disse semplicemente “sarò felice se i bhutanesi saranno felici”. Detto fatto. In Bhutan il Pil (Prodotto interno lordo) fu sostituito dalla Fil (Felicità interna lorda), ritenuta dal re molto più importante. La Fil (nella sigla inglese è Gnh, Gross national happiness) misura le esigenze e i bisogni del popolo. E così il sovrano concentrò tutta la sua azione politica per rendere felici i suoi sudditi.

    • This topic was modified 1 year, 12 months ago by LifeGate LifeGate.

You must be logged in to reply to this topic.